Davvero pensi che la tua vita non possa essere migliore di così?

 

‪#‎fermiamoladittatura

Vuoi vivere così per sempre, a testa bassa vivendo ogni giorno come ai blocchi di partenza di una corsa ad ostacoli?

Senza diritti non è vita!

FIRMA E DIFFONDI LA PETIZIONE

Alza la testa e combatti!

Vuoi passare alla (tua) storia come uno/a che in un periodo di dittatura ed oppressione ha solo abbassato la testa?
Chiediamo solo che vengano fermati e puniti i colpevoli,
di votare con una legge rispettosa della sentenza della Consulta sul Porcellum,
di vivere in libertà e democrazia come impone la Costituzione,
di riavere tutti i diritti fondamentali.
#fermiamoladittatura
FIRMA E INVIA AGLI AMICI! RENDITI PROTAGONISTA DI QUESTA STRATEGIA PARTECIPATA E PACIFICA DI LIBERAZIONE DALL’OPPRESSIONE!

Non è una semplice petizione, la tua firma arriverà al Presidente della Repubblica, alla Consulta ed al CSM, oltre che a tutti i membri di Governo e Parlamento.

E soprattutto sarà depositata FORMALE DENUNCIA PENALE in tutte le Procure, dove gli italiani vorranno.
IL TESTO DELL’APPELLO
A TUTTI I MAGISTRATI DELLA REPUBBLICA ITALIANA
A tutte le Procure della Repubblica italiana
e p.c.
Al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
Alla Corte Costituzionale
Al Consiglio Superiore della Magistratura

Illustrissimi Magistrati della Repubblica italiana,

con sentenza n. 1/2014 la Corte Costituzionale decretava la grave illegittimità del sistema elettorale utilizzato in Italia da ben nove anni. Nelle motivazioni della massima giurisdizione dello Stato si legge che le condizioni stabilite dalle norme censurate sono “tali da alterare per l’intero complesso dei parlamentari il rapporto di rappresentanza fra elettori ed eletti. Anzi, impedendo che esso si costituisca correttamente e direttamente, coartano la libertà di scelta degli elettori nell’elezione dei propri rappresentanti in Parlamento,…”.

A distanza di più di un anno, non solo non si è proceduto allo scioglimento delle Camere, unica soluzione chiaramente prospettata dalla Consulta tramite il richiamo per analogia alla prorogatio, ma queste persone, che usurpano il potere politico (art. 287 c.p. 1°, co.) e compiono altri gravi reati contro lo Stato, stanno procedendo a smantellare persino l’impianto repubblicano, tramite radicali riforme costituzionali.

I risultati di questo drammatico e profondo sovvertimento dell’ordine costituzionale sono devastanti: assistiamo alla cessione della sovranità popolari ad organizzazioni sovra-nazionali non democratiche, che ci guidano verso una crisi sempre più grave del settore produttivo italiano – che solo dieci anni fa era il primo in Europa -, a due suicidi al giorno per motivi economici, alla distruzione ormai pressoché completa dei diritti e delle garanzie contenute nel Titolo III della Costituzione ed alla svendita delle nostre ricchezze nazionali a multinazionali e società straniere.

Se la democrazia si basa sulla separazione e l’indipendenza dei tre poteri dello Stato, è proprio perché se qualcuno di essi dovesse degenerare, gli altri possono contenerlo e riportarlo alla legalità. Infatti, oggi anche la Magistratura è sotto attacco di questi illegali e temiamo che una volta abbattuto anche il potere giudiziario e la legalità che Esso assicura, non ci sarà altro che dittatura, violenza e caos.

Per questo, come cittadini della Repubblica italiana, unici legittimi titolari delle sovranità democratiche, chiediamo di fermare immediatamente questa deriva autoritaria, arrestando e processando i responsabili, affinché venga ripristinata democrazia, Costituzione e tutte le sovranità del Popolo italiano.

Certi che accoglierete con la dovuta attenzione e sollecitudine il nostro urgente appello per la salvezza della democrazia, porgiamo distinti saluti

 

Era Angal – referente tecnico Gruppo Libra

NESSUN CAMBIAMENTO SARA’ MAI POSSIBILE SE NON SARANNO FERMATI E PUNITI I COLPEVOLI E RIPRISTINATI IL DIRITTO DI VOTO E LA COSTITUZIONE!

Popolo, Comunicazione e Legge – Gruppo Tecnico Libra – L’ago della bilancia sei tu!
Contattaci anche per presentare formale denuncia PENALE.
Sintesi nella petizione: FIRMA E DIFFONDI!

La strategia di LiberAzione Nazionale del Gruppo Tecnico-Popolare Libra ha l’obiettivo di ripristinare democrazia e Costituzione, restituendo pieni poteri e tutte le sovranità (economica, politica, territoriale, etc.) al Popolo. Si basa su tre elementi-chiave: Popolo, legge e comunicazione, senza disconoscere l’importanza, ma anzi integrando, tutti gli altri.

UNISCITI AL GRUPPO LIBRA PER INFORMARTI E PARTECIPARE:

1. Leggi, firma e diffondi la:
DENUNCIA PER GRAVI REATI CONTRO LO STATO

2. Se rischi di perdere la casa opponiti
RICORSO COSTITUZIONALE CONTRO GLI SFRATTI

CONTATTA IL GRUPPO TECNICO POPOLARE LIBRA SE ANCHE TU VUOI DENUNCIARE

Referente tecnico Libra – Era Angal 
e-mail: gruppotecnicolibra@gmail.com

Referente attivismo – Luca Rossi 
Telefono 329 897 3193

E’ SOLO L’INIZIO DI UN’INNOVATIVA LOTTA DI LIBERAZIONE:
Come liberare l’Italia e ristabilire la democrazia

SU #fermiamoladittatura :
PRIMO PROCESSO PENALE APERTO CONTRO TUTTI I POLITICI

SUI RICORSI COSTITUZIONALI LIBRA

SEGUICI SU TWITTER

ISCRIVITI ALLA PAGINA FB

EVENTO facebook per contatti e domande frequenti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...