Reggio Emilia, 7 luglio 1960

 ‪#‎fermiamoladittatura‬, un appello a tutti i Magistrati ad aprire indagini su tutti i politici ed i loro complici per USURPAZIONE DI POTERE POLITICO, perché da oltre 9 anni governano e legiferano grazie ad una legge elettorale-broglio, ossia tramite ripetuti colpi di Stato. 

Nessun cambiamento è possibile se non punendo i colpevoli e riprendendoci la democrazia !

FIRMA E DIFFONDI LA PETIZIONE

Non si può recuperare il benessere, senza il diritto a una pensione, a un lavoro equamente retribuito e a un efficiente sistema di tutele sociali.

Quel giorno la principale organizzazione sindacale organizzò una manifestazione, per protestare contro la salita al potere di un esecutivo, resa possibile dall’appoggio esterno del MSI.

In qui tempi la contrapposizione ideologica era fortissima e anche il fatto che l’MSI fosse stato autorizzato a svolgere il proprio congresso a Genova, città notoriamente avversa, fu vista come un’ulteriore provocazione.

Quando poi la Prefettura negò l’autorizzazione alla manifestazione, concedendo solo lo possibilità di svolgere un’assemblea in una sala chiusa da poche centinaia di posti, prese corpo il timore che fosse in atto un vero e proprio tentativo di restaurazione.

Il solo pensiero di poter perdere i diritti da poco conquistati e fissati nella Carta Costituzionale poco più di dieci anni prima, indusse i cittadini a PRETENDERE il rispetto del loro diritto di manifestare e riempirono la piazza.

Purtroppo il Presidente del Consiglio, Tambroni, dato il dilagare delle proteste in tutta la penisola, autorizzò l’uso delle armi in “situazioni di emergenza” e a Reggio Emilia i poliziotti lo fecero; furono sparati 182 colpi di mitra, 14 di moschetto e 39 di pistola.
Morirono:
Lauro Farioli – operaio – 22 anni
Ovidio Franchi – operaio – 19 anni
Emilio Reverberi – operaio – 39 anni
Marino Serri – pastore – 41 anni
Afro Tondelli – operaio – 36 anni

In conseguenza di quei fatti però il Governo cadde e iniziò una stagione di riforme che, nel solco della Costituzione, portarono maggiori tutele e benessere per tutti.

DIRITTI E BENESSERE sono inscindibili, insieme si rinforzano, insieme si perdono.

Nessuno può ragionevolmente credere che si possa recuperare il benessere, senza il diritto a una pensione, a un lavoro equamente retribuito e a un efficiente sistema di tutele sociali.

DOBBIAMO FERMARLI ORA

Dobbiamo prendere atto che chi si arroga il diritto di rappresentarci ci sta ingannando, è un abusivo, un fuori legge che concorre attivamente all’opera di distruzione dello Stato sia che approvi i provvedimenti sia che continui a gridare “è ora di finirla adesso basta”.

Solo quando avremo coscienza di questo, potremo PRETENDERE il rispetto dei nostri diritti costituzionali, manifestando pacificamente a oltranza COME SINGOLI CITTADINI che, SCENDENDO IN PIAZZA INSIEME diventano POPOLO

Oggi abbiamo a disposizione tutele e Leggi appropriate, usiamole

#fermiamoladittatura

Luca Rossi – referente attivisti Gruppo Libra

NESSUN CAMBIAMENTO SARA’ MAI POSSIBILE SE NON SARANNO FERMATI E PUNITI I COLPEVOLI E RIPRISTINATI IL DIRITTO DI VOTO E LA COSTITUZIONE!

ALTRI STRUMENTI DI LOTTA:

1. Leggi, firma e diffondi la:
DENUNCIA PER GRAVI REATI CONTRO LO STATO

2. SCARICA E PRESENTA LA
DICHIARAZIONE DI NON VOTO

3. Se rischi di perdere la casa opponiti
RICORSO COSTITUZIONALE CONTRO GLI SFRATTI

CONTATTA IL GRUPPO TECNICO POPOLARE LIBRA

Referente tecnico Libra – Era Angal 
e-mail: gruppotecnicolibra@gmail.com

Referente attivismo – Luca Rossi 
Telefono 329 897 3193

E’ SOLO L’INIZIO DI UN’INNOVATIVA LOTTA DI LIBERAZIONE:
Come liberare l’Italia e ristabilire la democrazia

SU #fermiamoladittatura :
PRIMO PROCESSO PENALE APERTO CONTRO TUTTI I POLITICI

INTERVISTA GRUPPO LIBRA
Leggi l’intervista su generazioneweb

SEGUICI SU TWITTER

SEGUI LA MOBILITAZIONE SULLA PAGINA FB

EVENTO facebook per contatti e domande frequenti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...