Vince il NO ma Vaorufakis si dimette

 ‪#‎fermiamoladittatura‬, un appello a tutti i Magistrati ad aprire indagini su tutti i politici ed i loro complici per USURPAZIONE DI POTERE POLITICO, perché da oltre 9 anni governano e legiferano grazie ad una legge elettorale-broglio, ossia tramite ripetuti colpi di Stato. 

Nessun cambiamento è possibile se non punendo i colpevoli e riprendendoci la democrazia !

FIRMA E DIFFONDI LA PETIZIONE

Primo diktat dell’eurogruppo e l’ex ministro ha comunque salva l’immagine

Solo poche ore dopo l’esito “vittorioso” del referendum il ministro delle finanze greco ha annunciato le sue dimissioni.

Nel post pubblicato oggi sul suo blog ufficiale si legge:

“Subito dopo l’annuncio dei risultati del referendum, sono stato messo al corrente di una certa preferenza da parte di alcuni partecipanti dell’Eurogruppo, e ‘partner’ assortiti, per la mia … ‘assenza’ dalle loro riunioni; un’idea che il Primo Ministro ha giudicato potenzialmente utile per poter trovare un accordo. Per questo lascio il Ministero delle Finanze oggi.”

Chi ieri inneggiava alla coraggiosa presa di posizione della Grecia contro le istituzioni dell’area euro è servito.

Vaorufakis, da parte sua, ha colto al balzo questa occasione per sfilarsi, mantenendo inalterata la sua immagine di intransigente oppositore all’austerity.

Anche stavolta l’unica vittima è il Popolo greco che si vedrà trascinato in un incubo di nome MES pur di avere la liquidità necessaria a far fronte ai SOLI INTERESSI dovuti
http://blogs.ft.com/brusselsblog/files/2015/06/Tsipras-letter.pdf
subendo una serie di ulteriori riforme già in scaletta
http://blogs.ft.com/brusselsblog/files/2015/07/ESM-loan-agreement-prior-actions-amend-30.06.2015-1.pdf
e avendo garantito, con il referendum, TITOLARITA’ agli accordi e a TUTTE le condizioni che ne conseguono.
http://blogs.ft.com/brusselsblog/files/2015/06/letter_PM-Luxembourg.pdf

Banchieri e speculatori si arricchiranno ancora alle loro spalle, mentre in Italia i media, e TUTTE le forze politiche hanno cercato di raccontare un’altra storia.

La dittatura dell’inganno prosegue …..

#fermiamoladittatura

Luca Rossi – referente attivisti Gruppo Libra

NESSUN CAMBIAMENTO SARA’ MAI POSSIBILE SE NON SARANNO FERMATI E PUNITI I COLPEVOLI E RIPRISTINATI IL DIRITTO DI VOTO E LA COSTITUZIONE!

ALTRI STRUMENTI DI LOTTA:

1. Leggi, firma e diffondi la:
DENUNCIA PER GRAVI REATI CONTRO LO STATO

2. SCARICA E PRESENTA LA
DICHIARAZIONE DI NON VOTO

3. Se rischi di perdere la casa opponiti
RICORSO COSTITUZIONALE CONTRO GLI SFRATTI

CONTATTA IL GRUPPO TECNICO POPOLARE LIBRA

Referente tecnico Libra – Era Angal 
e-mail: gruppotecnicolibra@gmail.com

Referente attivismo – Luca Rossi 
Telefono 329 897 3193

E’ SOLO L’INIZIO DI UN’INNOVATIVA LOTTA DI LIBERAZIONE:
Come liberare l’Italia e ristabilire la democrazia

SU #fermiamoladittatura :
PRIMO PROCESSO PENALE APERTO CONTRO TUTTI I POLITICI

INTERVISTA GRUPPO LIBRA
Leggi l’intervista su generazioneweb

SEGUICI SU TWITTER

SEGUI LA MOBILITAZIONE SULLA PAGINA FB

EVENTO facebook per contatti e domande frequenti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...