Como: bloccata l’asta grazie al ricorso Libra

Grazie al ricorso Libra fermata a Como l’asta dell’abitazione di una coppia di anziani: è la banca stessa a chiedere la sospensione!!!!

Dopo il caso di Sassari anche a Como grazie al ricorso Libra l’asta della casa pignorata viene sospesa

Seconda asta sospesa dopo Sassari. E’ proprio il caso di dire “confusi e felici”, perché stavolta la banca ha preceduto la decisione del giudice e fatto lei stessa richiesta di sospensione dell’esecuzione, il giorno dopo l’udienza con il Gruppo Libra.

Post sull’udienza

Tutto lascia pensare ad un espediente per evitare che si apra il procedimento più pericoloso, quello costituzionale, che accerterebbe la contrarietà dell’intero sistema bancario alla Costituzione e, soprattutto, agli artt. 41 e 47 Cost.

Poverini non sanno che saranno sempre più numerose le persone che ricorreranno agli strumenti Libra in tutt’Italia.

Possiamo colpire all’improvviso ed ovunque, siamo imprevedibili, perché imprevedibile è il momento in cui una persona decide di smettere di essere schiava e diventa un essere umano, con dignità e diritti.

 

Comunicato stampa

SOSPESA L’ASTA DELLA CASA DEI DUE ANZIANI CHE AVEVANO FATTO RICORSO
La banca deposita un’istanza di sospensione. Ancora non chiari i motivi della richiesta.

Il pignoramento della casa di due anziani di Como è stato sospeso dal giudice dopo l’udienza in cui si sono opposti alla seconda asta per violazione dei diritti costituzionali.

La sospensione, però, è stata dovuta ad una richiesta della banca stessa, sulla base della possibilità di trovare un accordo con i debitori. Ma i protagonisti non ricordano di aver fatto tale proposta mai e soprattutto il giorno dopo l’udienza. Lunedì 22 giugno in aula, anzi, la banca si è fermamente opposta alla sospensione ed ai rilievi costituzionali, depositando una contestazione. Dopo soli due giorni, invece, fa richiesta di rinvio.

“Stiamo cercando di capire dalla banca perché ha preso tale decisione, ma ciò che è sicuro è che l’asta è stata sospesa per sei mesi, fino al 21 gennaio 2016 – dice la referente tecnica del Gruppo Tecnico Libra, che difende la coppia – L’udienza si è svolta con rispetto ed attenzione da parte del giudice, abbiamo avuto modo di discutere gli aspetti civili e costituzionali in un clima di cooperazione anche con i legali della controparte”.

Gli articoli fondamentali della Carta in discussione sono: art. 2 rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo; art. 3 diritto alla pari dignità sociale, alla non discriminazione ed al pieno sviluppo della persona umana; art. 10 obbligo di conformarsi alle norme di diritto internazionale generalmente riconosciute, ossia sicuramente alle tante Convenzioni ONU sui diritti umani.Ma soprattutto l’art. 41 e 47, che inequivocabilmente sanciscono che c’è libertà d’impresa, ma solo nei limiti in cui non sia in contrasto all'”utilità sociale” e non rechi danno “alla sicurezza, alla libertà e alla dignità umana”.

L’attività di credito, inoltre, deve favorire il risparmio e la proprietà dell’abitazione. Al di fuori di questi casi è, dunque, illecita e da vietare o sanzionare.

Il Gruppo tecnico-popolare Libra è un’unione informale nata due anni fa di tecnici e cittadini, che lavorano assieme per ripristinare democrazia e Costituzione.

Il referente, Luca Rossi, spiega: “Mentre i tecnici mettono a disposizione gli strumenti giudiziari, i cittadini s’impegnano a sostenere le azioni legali con manifestazioni e diffusione delle informazioni. La partecipazione da parte di ogni persona onesta è fondamentale, questo è il momento di riprenderci ciò che è nostro. La democrazia ed i diritti per tutti sono responsabilità di ognuno.”

 

Era Angal – referente tecnico Gruppo Libra

NESSUN CAMBIAMENTO SARA’ MAI POSSIBILE SE NON SARANNO FERMATI E PUNITI I COLPEVOLI E RIPRISTINATI IL DIRITTO DI VOTO E LA COSTITUZIONE!

ALTRI STRUMENTI DI LOTTA:

1. Leggi, firma e diffondi la:
DENUNCIA PER GRAVI REATI CONTRO LO STATO

2. SCARICA E PRESENTA LA
DICHIARAZIONE DI NON VOTO

3. Se rischi di perdere la casa opponiti
RICORSO COSTITUZIONALE CONTRO GLI SFRATTI

CONTATTA IL GRUPPO TECNICO POPOLARE LIBRA

Referente tecnico Libra – Era Angal 
e-mail: gruppotecnicolibra@gmail.com

Referente attivismo – Luca Rossi 
Telefono 329 897 3193

E’ SOLO L’INIZIO DI UN’INNOVATIVA LOTTA DI LIBERAZIONE:
Come liberare l’Italia e ristabilire la democrazia

SU #fermiamoladittatura :
PRIMO PROCESSO PENALE APERTO CONTRO TUTTI I POLITICI

INTERVISTA GRUPPO LIBRA
Leggi l’intervista su generazioneweb

SEGUICI SU TWITTER

SEGUI LA MOBILITAZIONE SULLA PAGINA FB

EVENTO facebook per contatti e domande frequenti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...