Tutti con Michele e il gruppo Libra contro pignoramenti e sfratti!

Como: lunedì l’udienza fissata d’urgenza dal Giudice per discutere del ricorso costituzionale Libra

Chiunque è in zona si mobiliti contattando il gruppo Libra

Lunedì prossimo a Como si discuterà davanti al giudice il ricorso costituzionale Libra contro il pignoramento delle abitazioni, presentato solo martedì scorso.

La zona di Como è particolarmente colpita dai fallimenti e dagli sfratti, come si legge in questo articolo

Il giudice, letto il ricorso, l’ha ritenuto meritevole di essere discusso, fissando d’urgenza l’udienza prima della seconda asta, prevista per giovedì 25.

Francesco, 80 anni ed invalido al 100%, Giovanna, 70, che deve assisterlo 24 ore su 24 e Michele, il figlio, che non si arrende al sopruso terribile di uno Stato che lascia due anziani, di cui uno gravemente invalido, in strada senza un adeguato reddito, e fa resistenza.

E’ LA TERZA VOLTA IN UN MESE CHE GRUPPO LIBRA RIESCE A BLOCCARE LE ASTE
(Sassari, Torino, Como e se ne stanno preparando altri)

Se la magistratura dovesse reputare validito il ricorso, riconoscerebbe che la libertà d’impresa e di profitto è sempre subordinata al rispetto di una vita degnitosa per tutti i cittadini e si metterebbe un importante argine a questa dittatura finaziaria.

TUTTI CON MICHELE ED I SUOI GENITORI LUNEDI’!
L’ABITAZIONE E’ SACRA, IL DOMICILIO INVIOLABILE!

CI RIPRENDEREMO TUTTI I DIRITTI COSTITUZIONALI!

Comunicato stampa

RICORSI COSTITUZIONALI CONTRO GLI SFRATTI: VIOLANO I DIRITTI DELL’UOMO
Oggi la prima udienza a Como: contro il pignoramento della casa di due anziani

Si terrà oggi, 22 Giugno, al Tribunale di Como, un’udienza molto particolare, fissata dal giudice dell’esecuzione, dopo soli tre giorni dal ricevimento di un ricorso costituzionale, che denuncia la contrarietà della vendita forzata dell’unica abitazione di una coppia di anziani, ai diritti inviolabili dell’uomo, contenuti nella Costituzione italiana (artt. 1-54). Il giudice dovrà decidere se sospendere il pignoramento e sottoporre il ricorso alla Consulta, o proseguire nella vendita.

Lei 70 anni, lui 80 ed invalido al 100% per l’Alzheimer rischiano di perdere la casa, posta a garanzia di un mutuo sottoscritto nel 2003, per sostenere il ristorante del figlio Michele sul Lago di Como.

Nonostante la grave crisi che ha messo in difficoltà l’attività di Michele, come di tanti ed i gravi problemi di salute del padre, la famiglia è riuscita a restituire il 75% dell’importo dovuto.

La banca ha deciso di pignorare la loro unica casa per soli 25.000 euro ed anche se l’appartamento vale il triplo, è stato messo comunque all’asta.

Quegli interessi, fra l’altro – secondo il ricorso – sarebbero nulli, perché basandosi sull’indice Euribor, sono in contrasto con le norme anti-trust. L’Euribor, infatti, può essere manipolato da cartelli di banche, come emerso scandalo europeo del 2013 in cui otto colossi bancari sono stati sanzionati per questo dalla Commissione europea. Euribor sarebbe comunque illecito alla radice, con le stesse banche che stabiliscono i limiti di legalità dei propri tassi, al di fuori di ogni effettivo controllo pubblico e trasparenza.

Ma il vero fulcro del ricorso è il conflitto di queste espropriazioni con le norme fondamentali dell’ordinamento italiano e delle Convenzioni internazionali sui diritti umani, che l’Italia ha ratificato.

La lotta di Michele per i suoi genitori è sostenuta dal Gruppo tecnico-popolare Libra, che da due anni mette a disposizione strumenti tecnico-legali e comunicativi, per aiutare i cittadini italiani a riconquistare la democrazia ed i diritti costituzionali.

La referente legale del Gruppo Libra, esperta di tutela dei diritti umani, spiega “E’ come se negli ultimi anni si fosse rimosso che i primi 12 articoli della Costituzione – i Principi generali, che prevalgono su qualunque fonte di diritto, anche europea, dunque anche sul diritto civile – riconoscono ai cittadini pari dignità sociale ed impongono alla Repubblica di “rimuovere gli ostacoli, di ordine economico e sociale”, che limitano di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini ed impediscono il pieno sviluppo della persona umana. Inoltre, è chiaro dalla lettura del Titolo III della Carta che l’attività imprenditoriale e di erogazione del credito non deve svolgersi in contrasto con l’utilità sociale ed, anzi, deve favorire il risparmio privato e la proprietà dell’abitazione da parte di tutti (artt. 41, 42 e 47 Cost.). 15-20 anni fa, infatti, era impensabile buttare fuori di casa bambini, disabili e anziani. Cosa sta succedendo? E’ questo ciò che chiediamo alla Consulta”.

“Senza la proprietà della casa – dice Michele – ai miei genitori rimarrebbe la sola pensione, che li lascerebbe senza un tetto ed in una situazione d’indigenza, tale da poter chiedere l’assegno sociale. I danni delle banche, dunque, oltre a rovinare la vita per sempre a due persone anziane e malate, peserebbero persino sulla collettività. Come figlio, è terribile pensare di essere stato il motivo di quel mutuo, ma nel 2003 era inconcepibile quello a cui stiamo assistendo. Anche la mia attività ha sofferto dell’assurdo costo dei servizi bancari.

Ci siamo scocciati di essere continuamente derubati e di abbassare sempre la testa, stanno superando ogni limite, come la nostra storia dimostra”.

Era Angal – referente tecnico Gruppo Libra

NESSUN CAMBIAMENTO SARA’ MAI POSSIBILE SE NON SARANNO FERMATI E PUNITI I COLPEVOLI E RIPRISTINATI IL DIRITTO DI VOTO E LA COSTITUZIONE!

ALTRI STRUMENTI DI LOTTA:

1. Leggi, firma e diffondi la:
DENUNCIA PER GRAVI REATI CONTRO LO STATO

2. SCARICA E PRESENTA LA
DICHIARAZIONE DI NON VOTO

3. Se rischi di perdere la casa opponiti
RICORSO COSTITUZIONALE CONTRO GLI SFRATTI

CONTATTA IL GRUPPO TECNICO POPOLARE LIBRA

Referente tecnico Libra – Era Angal 
e-mail: gruppotecnicolibra@gmail.com

Referente attivismo – Luca Rossi 
Telefono 329 897 3193

E’ SOLO L’INIZIO DI UN’INNOVATIVA LOTTA DI LIBERAZIONE:
Come liberare l’Italia e ristabilire la democrazia

SU #fermiamoladittatura :
PRIMO PROCESSO PENALE APERTO CONTRO TUTTI I POLITICI

INTERVISTA GRUPPO LIBRA
Leggi l’intervista su generazioneweb

SEGUICI SU TWITTER

SEGUI LA MOBILITAZIONE SULLA PAGINA FB

EVENTO facebook per contatti e domande frequenti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...