Senza diritto di voto nessun diritto

 ‪#‎fermiamoladittatura‬, un appello a tutti i Magistrati ad aprire indagini su tutti i politici ed i loro complici per USURPAZIONE DI POTERE POLITICO, perché da oltre 9 anni governano e legiferano grazie ad una legge elettorale-broglio, ossia tramite ripetuti colpi di Stato. 

Nessun cambiamento è possibile se non punendo i colpevoli e riprendendoci la democrazia !

FIRMA E DIFFONDI LA PETIZIONE

Solo quando ci riprenderemo il diritto di voto potremo rendere l’acqua un VERO bene comune #fermiamoladittatura

Quattro anni fa, il 12/13 giugno 2011, gli italiani espressero in modo inequivocabile la loro volontà di rendere l’acqua un VERO bene comune.

Fu un evento storico: quel giorno infatti, i referendum, non solo raggiunsero il quorum e la cosa non accadeva da 16 anni, ma, col favore di più del 90% dei votanti, espressero in modo inequivocabile la volontà della MAGGIORANZA ASSOLUTA degli elettori italiani.

Bastarono però poche settimane di abile mistificazione mediatica per azzerare la portata rivoluzionaria di quell’evento e farci credere che il nostro futuro dipendesse dallo spread sul bund.
Poi con le dimissioni di Berlusconi, cominciò a diffondersi un ingiustificata, fiduciosa speranza che quel fatto, da solo, aprisse le porte a una rinnovata vitalità delle istituzioni democratiche.

Alle Elites bastarono queste due semplici mosse per anestetizzare i cittadini

Quasi nessuno allora si rendeva conto di vivere in un regime dittatoriale, imposto e mantenuto grazie alla continua mistificazione della realtà operato da tutti i mezzi d’informazione, instauratosi grazie a leggi elettorali fatte apposta per impedire al popolo di esprimere correttamente il suo diritto di voto.

Dal 1993 siamo giuridicamente in dittatura !

Il sistema non fece campagna contro i referendum, anzi li sostenne, probabilmente li usò per formare nuove figure di finto antagonismo, poi, semplicemente, ci convinse che il recepimento del suo esito non fosse la priorità di quel momento e mise la volontà popolare in una sorta di limbo istituzionale.

Limbo istituzionale in cui, da un anno e mezzo, è sospeso anche il nostro diritto di voto, mentre gli attori politici continuano senza sosta l’opera di distruzione di un ordinamento basato sui diritti costituzionali, faticosamente costruito in 60 anni di vita repubblicana.

Ribadiamo oggi la nostra volontà di rendere l’acqua un bene comune, pretendiamo che questa nostra volontà sia recepita, ma facciamolo consapevoli che:

NESSUN CAMBIAMENTO SARA’ MAI POSSIBILE SE NON SARANNO FERMATI E PUNITI I COLPEVOLI E RIPRISTINATI IL DIRITTO DI VOTO E LA COSTITUZIONE!

#fermiamoladittatura
Leggi, firma e diffondi la DENUNCIA PER GRAVI REATI CONTRO LO STATO

.

Luca Rossi – referente attivisti Gruppo Libra

NESSUN CAMBIAMENTO SARA’ MAI POSSIBILE SE NON SARANNO FERMATI E PUNITI I COLPEVOLI E RIPRISTINATI IL DIRITTO DI VOTO E LA COSTITUZIONE!

ALTRI STRUMENTI DI LOTTA:

1. Leggi, firma e diffondi la:
DENUNCIA PER GRAVI REATI CONTRO LO STATO

2. SCARICA E PRESENTA LA
DICHIARAZIONE DI NON VOTO

E’ SOLO L’INIZIO DI UN’INNOVATIVA LOTTA DI LIBERAZIONE:
Come liberare l’Italia e ristabilire la democrazia

SU #fermiamoladittatura :
PRIMO PROCESSO PENALE APERTO CONTRO TUTTI I POLITICI

INTERVISTA GRUPPO LIBRA
Leggi l’intervista su generazioneweb

SEGUICI SU TWITTER

SEGUI LA MOBILITAZIONE SULLA PAGINA FB

EVENTO facebook per contatti e domande frequenti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...