Giulietto Chiesa: Il fatto che non votiamo non è importante

 ‪#‎fermiamoladittatura‬, un appello a tutti i Magistrati ad aprire indagini su tutti i politici ed i loro complici per USURPAZIONE DI POTERE POLITICO, perché da oltre 9 anni governano e legiferano grazie ad una legge elettorale-broglio, ossia tramite ripetuti colpi di Stato. 

Nessun cambiamento è possibile se non punendo i colpevoli e riprendendoci la democrazia !

FIRMA E DIFFONDI LA PETIZIONE

Giulietto Chiesa si avvale della versione “a mia insaputa”. Ecco come lavora il muro di gomma.

Quando il Gruppo Libra ha aperto l’hanno scorso il primo ed unico maxi-procedimento penale per gravi reati contro la Stato contro tutti i politici, ha contattato diversi personaggi ufficialmente “anti-sistema”: tutti hanno insabbiato e si sono rifiutati d’informare il proprio ampio pubblico di questa notizia eclatante, che poteva salvare l’Italia. Un vero e proprio muro omertoso e compatto.

Questa volta torniamo all’attacco del potere con #fermiamoladittatura – partendo da una petizione per vedere se i cittadini partecipano, a cui seguiranno formali denunce e mobilitazione popolare, se i giudici non fanno il proprio dovere – ed abbiamo deciso di rendere pubbliche le comunicazioni con queste persone in modo tale da far rendere conto agli italiani media-dipendenti che, o siamo noi comuni cittadini a diffondere e lavorare assieme per liberare l’Italia, o di certo non ci aiuteranno i finti oppositori, che in decenni di finta opposizione mai niente hanno cambiato e mai hanno chiamato davvero all’azione i cittadini. Ma, anzi, in questo sistema sguazzano allegramente facendo soldi con libri, apparizioni tv, cattedre universitarie e consulenze d’oro, candidature alle elezioni, etc.

ECCO LO SCAMBIO DI MAIL CON GIULIETTO CHIESA: AI LIMITI DEL PARADOSSO.

# UNA SINTESI

Qualche giorno fa abbiamo scritto ad uno dei soci di Pandora Tv, che ci aveva contattato l’anno scorso, dicendo che Giulietto Chiesa voleva fare un servizio o intervista sul procedimento Norimberga italiana. Peccato che, dopo che abbiamo inviato il materiale richiesto, Giulietto abbia cambiato idea, dicendo che voleva trattare solo argomenti internazionali.

Dopo un paio di settimane, però, fa lui un editoriale sul Porcellum, senza citare neanche la vera notizia: l’apertura del maxi-procedimento da parte del Gruppo Libra.

Qui trovate la nostra e-mail a Roberto e Giulietto:

Il socio, Roberto Gallandt, regista e giornalista, ci risponde criticando la gestione ultra-personalistica di Chiesa, nonostante la tv conti ben 23 soci, e dicendo che a causa del comportamento di Giulietto la tv non è decollata come era previsto. Inoltra la nostra mail a tutti i soci, compreso Chiesa.

Chiesa risponde che lui non sapeva niente dei contatti presi l’anno scorso (!!!) e che comunque non ritiene la questione importante (!!!). Mi dà della maleducata per il solo fatto che gli faccio notare che senza il diritto di voto è alquanto futile, se non fuorviante, parlare di uscita dalla NATO, dato che la dovrebbe votare il Parlamento. Addirittura mi accusa di voler coartare la sua libertà giornalistica, per il solo fatto che specifico che la perdita della democrazia lo dovrebbe coinvolgere non semplicemente come giornalista, ma prima di tutto come cittadino consapevole.

Roberto naturalmente si è detto sconvolto che Chiesa neghi di essere stato proprio lui a chiedere di contattarci un anno fa e che si ostini ancora oggi a ritenere la lotta per la democrazia del Gruppo Libra non d’interesse pubblico.

A riprova della sua indignazione, ha voluto pubblicare questo suo servizio, che, come tutte le idee non provenienti solo da lui, Chiesa non volle pubblicare sulla TV, accusando il famoso personaggio anche di poca serietà giornalistica.

Preciso che Roberto ed io non ci conoscevamo, anche se dopo la sua risposta e l’interesse per #fermiamoladittatura, ci siamo incontrati e trovati in sintonia su molte cose.
Preciso soprattutto che sia lui, che Giulietto, mi hanno dato l’autorizzazione a rendere pubbliche le nostre comunicazioni.

# LO SCAMBIO DI E-MAIL CON GIULIETTO CHIESA

1. RISPOSTA DI CHIESA ALLA NOSTRA E-MAIL

Oggetto: Giulietto Chiesa (sic!)

Signora XXX XXX,
ricevo la sua proposta, di cui parlerò tra poco, dopo avere chiarito un fatto: a me non è mai stato detto che Pandoratv.it aveva in programma un servizio sul “maxi-procedimento penale “Norimberga italiana” contro tutti i politici.

Non so con chi avesse parlato in altre occasioni, ma posso assicurare che una tale decisione non è mai stata da me discussa.

Anche per ragioni organizzative. Come lei sa pandoratv.it a febbraio 2014 stava appena prendendo le sue mosse ed era ancora in attesa del risultato del crowdfunding.
Quindi era proprio impossibile affrontare il problema di “fare dei servizi”.

Ciò detto vengo alla sostanza. Pandoratv.it, che io dirigo, fa le sue scelte in base alle sue possibilità economiche e al suo organico. Che sono molto esigui. Quindi scegliamo, di solito, le cose più importanti e, in ultima istanza, quelle che ci sembrano più efficaci in base ai nostri “sensori” della realtà.

E, con tutta franchezza, il tema che lei mi propone – del tutto rispettabile, per altro – non fa parte né della prima categoria, né della seconda.
Inoltre il giudizio con cui lei si permette di definire “alquanto futile, se non addirittura fuorviante”, il mio impegno, politico e giornalistico per l’uscita dell’Italia dalla NATO, mi indica appunto la distanza tra le sue idee, giornalistiche innanzitutto, dalle mie.

Poi lei rincara la dose e, addirittura, stabilisce le regole alle quali io dovrei attenermi, sia sul piano professionale che su quello politico. Cioè io non dovrei fare della “semplice attività giornalistica”, ma fornire un “pieno appoggio” alla sua iniziativa, come “dovere minimo”.

La dose di maleducazione, di cui la sua lettera è piena, dimostra comunque che lei non si rivolge a un giornalista che deve fare una informazione libera, ma pretende dal giornalista di essere al servizio non dell’ delle sue pretese.

Davvero strano, per non dire comico.

Su queste basi non c’è alcuna possibilità di interazione tra di noi.

Rispettosi saluti

Giulietto Chiesa

2. MIA RISPOSTA

Gentilissimo Sig. Chiesa,

mi spiace se ha preso così male l’ovvia considerazione che senza diritto di voto è impossibile evitare il sempre più massiccio intervento dell’Italia nelle operazioni NATO e nelle guerre americane, dunque, è alquanto strano, per meglio dire, scrivere che “dobbiamo uscire dalla NATO” da 40 anni, senza difendere il diritto di voto.

Mi sorprende che non sapesse del servizio, perché dopo l’invio del materiale fui contattata proprio a suo nome, da Roberto Gallandt, che mi disse che la realizzazione di un’intervista o di un servizio era pressoché certa, proprio perché di suo interesse.

Mi sorprende ancora di più leggere che a suo parere l’iniziativa Norimberga italiana #fermiamoladittatura è un’iniziativa “mia” (sic!) e non la vitale pretesa, da parte delle migliaia di cittadini che la sostengono, del rispetto dei requisiti minimi di una democrazia.

Strano che non ritenga una così grave e prolungata violazione del diritto di voto d’interesse pubblico e che non reputi “importante” né “efficace” la notizia di una mobilitazione popolare per combattere ciò che è tecnicamente una dittatura.

Strano anche che, solo due settimane dopo i contatti con la redazione di Pandora Tv, che mi comunicò che la tematica non era più di suo interesse perché non internazionale, lei trasmetteva un editoriale, proprio sulla sentenza della Consulta sul Porcellum, senza fare menzione del maxi-procedimento penale al tempo ancora aperto alla Procura di Roma per Attentati ai diritti politici dei cittadini dal Gruppo Libra.

Spero non le dispiaccia se condivido queste comunicazioni con i sostenitori di #fermiamoladittatura, dato che il gruppo tecnico cerca di essere partecipativo e trasparente nel relazionare ai cittadini il lavoro comune ed i suoi esiti.

Mi scuso per averle fatto perdere il suo prezioso tempo e la ringrazio per la cortese attenzione.

Distinti saluti,

3. RISPOSTA DI CHIESA

Lei può diffondere quello che vuole. Quello che scrivo, e firmo, è pubblico. Solo che esigo che lei trasmetta la mia risposta insieme alla lettera che l’ha prodotta, in modo che chiunque legga quello che ho scritto sappia perché l’ho scritto. Quanto alle masse popolari che la sua, o vostra, iniziativa ha smosso, chiunque potrà giudicarlo da sé. Io dovevo essere molto distratto, ma non ne ero informato quando feci l’editoriale cui le fa cenno. Desolato.

Di quello che le disse il signor Gallant non sono mai stato informato e, dunque, non posso avere espresso allora alcun giudizio, né prima, né dopo.

Saluti

Giulietto Chiesa

4. MIA RISPOSTA

Ma ora lo sa e comunque non la ritiene d’interesse pubblico.

Stia tranquillo, è normale che pubblicherò la mia prima mail, anzi l’ho già fatto e direi che ha riscosso un discreto interesse, figuriamoci la risposta, di cui comunque la ringrazio.

Buona fortuna!

Era Angal – referente tecnico Gruppo Libra

NON ASPETTARE CHE QUALCUN ALTRO LO FACCIA PER TE: DIFENDI I TUOI DIRITTI FONDAMENTALI!

FIRMA, DIFFONDI E MOBILITATI PER LA TUA LIBERAZIONE!

Leggi l’intervista su generazioneweb

#fermiamoladittatura

NESSUN CAMBIAMENTO SARA’ MAI POSSIBILE SE NON SARANNO FERMATI E PUNITI I COLPEVOLI E RIPRISTINATI IL DIRITTO DI VOTO E LA COSTITUZIONE!

Leggi e firma la petizione al link sotto e renditi attivo/a nel DIFFONDERLA CON LE 3 AZIONI DESCRITTE NEL TESTO: è l’unico modo per essere davvero indipendenti dai grandi media ed autori della propria liberazione.

FIRMA E DIFFONDI L’APPELLO A TUTTI I MAGISTRATI 

SEGUICI SU TWITTER

SEGUI LA MOBILITAZIONE SULLA PAGINA FB

EVENTO facebook per contatti e domande frequenti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...