Il grande bluff della libertà di circolazione

La notizia di un paio di mesi fa che Germania e Belgio stiano valutando di mettere in agenda una legge che predisponga il ritiro dei documenti di soggiorno o di accesso ai servizi sociali e sanitari ai cittadini provenienti da altri Paesi Ue che hanno perso il lavoro da oltre 6 mesi ha fatto molto discutere ed indignare.

Rimpatrio già previsto dalla direttiva sulla libertà di circolazione del 2004

Se perdi il lavoro torni nel tuo Paese: lo starebbero decidendo Germania e Belgio, ma è previsto già nella direttiva sulla libertà di circolazione del 2004

Sapevate che l’Unione europea nei suoi documenti parla di vera e propria “cittadinanza europea” e pretenderebbe anche di promuoverne i … diritti?
Ogni cittadinanza porta con sé diritti e doveri.
I doveri li conosciamo bene, grazie alle torture del “ce lo chiede l’Europa” … e i diritti?

Quelli “politici” sono ormai noti: eleggere un Parlamento che non ha potere d’iniziativa legislativa, che neanche vota su molte questioni e che, quando anche vota, è solo uno degli organismi che decide se il provvedimento passa … e gli altri – Commissione e Consiglio europeo – hanno ben poco di democratico, dato che neanche li eleggiamo.

Poi ci sono i diritti economici e sociali, ossia la, letteralmente favolosa, “libertà di circolazione”.
Perché quella delle merci e dei servizi è totale e sta spazzando via le attività locali e degli Stati a favore delle multinazionali.
Ma quella delle persone, di noi “cittadini europei”, è pura illusione.

La notizia di un paio di mesi fa che Germania e Belgio stiano valutando di mettere in agenda una legge che predisponga il ritiro dei documenti di soggiorno o di accesso ai servizi sociali e sanitari ai cittadini provenienti da altri Paesi Ue che hanno perso il lavoro da oltre 6 mesi ha fatto molto discutere ed indignare.
Ma era previsto già dalla direttiva sulla libertà di circolazione del 2004.

Ecco cosa dice in breve sui nostri “diritti”:
– il cittadino Ue può soggiornare “liberamente” in uno degli Stati membri PER 3 MESI (ossia come qualsiasi straniero proveniente da Paesi non Ue senza obbligo di visto, come ad esempio USA, Giappone, Brasile, Albania, Bosnia, e molti altri);
– solo se trova lavoro ottiene il permesso di soggiorno (come qualsiasi straniero extracomunitario anche con obbligo di visto e come un italiano in USA)
– può ottenere un permesso permanente solo dopo 5 anni e se lavora (come tutti gli stranieri Ue e non Ue)
– può ricongiungere familiari secondo la disciplina di ogni Stato (come tutti gli stranieri).

L’art. 16 della direttiva della Commissione europea n. 38 del 2004 specifica anche che il cittadino Ue può essere tenuto nel Paese ospitante, fintanto che “non diventi un eccessivo peso sul sistema di assistenza sociale”.
Ossia l’Europa ti ha dato la “grande occasione” di perdere il lavoro e farti sfruttare in un altro Paese, o fare in un altro Paese ciò che potevi benissimo fare a casa tua (cosa che si poteva fare anche prima che ci fosse l’Unione europea).
Ma, se perdi il lavoro e non lo ritrovi entro 6 mesi, come se fossi un extracomunitario, te ne torni a casa.

Flessibilità!

UN BEL RESPIRO!

… NON VI SENTITE COSì

“LIBERI” DI CIRCOLARE IN QUEST’EUROPA “UNITA”?

Era Angal – responsabile Legale del Gruppo Tecnico Popolare Libra
Avvocato pubblicista, lavora per le istituzioni nell’ambito dei diritti umani 
Ha scritto l’UNICA denuncia che ha aperto le indagini su TUTTI i politici degli ultimi 20 anni 

Leggi la versione integrale della DENUNCIA LIBRA anche per note e fonti

La denuncia che ha aperto per la prima volta in assoluto le indagini contro tutti i politici degli ultimi 20 anni per gravi reati contro lo Stato: Attentati ai diritti politici dei cittadini (art. 294 c.p.) – Usurpazione di potere politico (art. 287 c.p.) e più gravi reati contro lo Stato

Leggi l’atto di opposizione ATTO DI OPPOSIZIONE LIBRA

Contatta il gruppo LIBRA per informarti e contribuire

Pagina FB: NORIMBERGA ITALIANA La LiberAzione Nazionale TecnicoPopolare

Evento FB: Sabato 11 ottobre – Norimberga Italiana – Tutti a Roma per l’apertura delle storiche indagini

Google: denuncia politici Libra – Libra Norimberga italiana

Referente Tecnico (solo per contatti stampa e questioni tecnico-legali): gruppotecnicolibra@gmail.com

Referente attivisti e blog: Luca Rossi       329 89 73 193

 

 

L’AGO DELLA BILANCIA SEI TU !
Norimberga Italiana: la LiberAzione Nazionale TecnicoPopolare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...