Come usare gli strumenti delle elites, comunicazione e Legge nella strategia Libra.

Rompere il monopolio dei poteri forti su Legge e Comunicazione e riappropriarsene per combatterli con le loro stesse “armi”, che intenzionalmente demonizzano o svalutano agli occhi dei cittadini, perché sono le più potenti. E’ possibile, anzi è l’unico modo.

Nove mesi di Norimberga Italiana a puntate  #4

PERCHE’ LA LEGGE

Notiamo come questa dittatura, sin dai tempi di Berlusconi, se non prima, stia attuando una SISTEMATICA SVALUTAZIONE DELLA LEGGE E DEL SISTEMA GIUDIZIARIO, finita con il diretto commissariamento del CSM da parte del governo e le pesanti ingerenze di Napolitano.

Oggi si susseguono notizie di sentenze che fanno (volutamente?) indignare, come quella sul caso Cucchi, o sulla Commissione grandi rischi di L’Aquila. Per non parlare dei mille processini di corruzione, che scattano “ad orologeria” e certo non danno un’impressione di lotta al malaffare, quanto piuttosto di malaffare imperante e d’inutilità della soluzione giudiziaria.

EPPURE I MEDIA NON RACCONTANO DEI TANTI GIUDICI SOTTO SCORTA PERCHÉ INDAGANO “POTERI FORTI” E DEI MILIONI DI VOLTE CHE UN CITTADINO OTTIENE GIUSTIZIA, GRAZIE ALLA LEGGE.

Pensare che la Giustizia sia inutile e che le leggi siano inique a prescindere, come molti italiani oggi, è esattamente ciò che il sistema vuole.

E’ in primo luogo un errore di metodo, poiché si giudica uno strumento dall’uso che ne viene fatto e non dalla sua efficacia in generale. Ma è soprattutto un errore di cultura minima: ogni cosa in democrazia deve essere regolata dalla leggi. La nostra bellissima Costituzione è una legge, la cosiddetta Legge fondamentale.

“LA LEGGE UGUALE PER TUTTI” È LA CONQUISTA PIÙ PERICOLOSA PER LE ÉLITE, CHE IL POPOLO ABBIA FATTO IN MILLENNI DI LOTTA.

Altrimenti di certo non s’impegnerebbero così tanto a distruggerla pezzo per pezzo, senza che i cittadini se ne accorgano.

NOI NON VOGLIAMO CHE CI SIANO ALTRI FALCONE E BORSELLINO: stavolta i cittadini devono far sentire prima ai giudici che se fanno coraggiosamente il proprio dovere saranno protetti dai cittadini. Non possiamo pretendere che un giudice da solo liberi l’Italia.

Non cadiamo nell’inganno di pensare che la legge sia di per se’ ingiusta ed i giudici tutti corrotti: è proprio quello che il sistema vuole, perché la “legge uguale per tutti” è l’unico vero pericolo per loro.

I cittadini chiedono il cambiamento alla POLITICA, ma, come spiegato nella puntata 3, in dittatura e se non si vota la politica è azzerata e ridotta a mero fattore culturale.

Peggio ancora quando i cittadini chiedono alla FORZE DELL’ORDINE di ribellarsi ai propri doveri: SOLO UN GIUDICE PUO’ ORDINARE AD UN POLIZIOTTO DI ARRESTARE I POLITICI, un intervento autonomo in questo senso da parte di militari o poliziotti non sarebbe affatto democratico ed aprirebbe ad una deriva ancora più dittatoriale.

Cittadini che nella propria vita non hanno neanche il coraggio di ribellarsi a piccole-grandi ingiustizie o di assumersi piccole responsabilità ed impegni ad investire un po’ di tempo ed energie per il bene comune, che s’indignano che i poliziotti/carabinieri non vogliano perdere il lavoro e andare incontro alla legge marziale per salvarli (sic!). E che aspettano la “salvezza” da qualcun altro (sic! sic! sic!!!) pensando anche che sia cosa democratica!

Se si punta a soluzioni irrealistiche non si avrà mai una liberazione.

La Magistratura è l’unico potere democraticamente deputato ad ordinare l’arresto di criminali.
Il ricorso alla Giustizia è la chiave di volta per far crollare il sistema pacificamente e preservando l’ordine democratico e costituzionale.
Ma stavolta non sarà come Mani pulite, il procedimento non lo decideranno e manipoleranno i poteri forti, ma sarà guidato dal Popolo, un Popolo intelligente e consapevole.

PERCHE’ LA COMUNICAZIONE

Con la prima denuncia Libra abbiamo toccato con mano, cosa significa L’INSABBIAMENTO DEI GRANDI MEDIA contro le poche cose vere e davvero pericolose. (vedi http://www.nocensura.com/2014/07/la-procura-indaga-sulla-denuncia-tutti.html).

FINO A QUANDO PENSEREMO CHE L’UNICO MODO PER COMUNICARE SIA ANDARE IN TV O SUI GIORNALI, RESTEREMO SCHIAVI DEL GRANDE INGANNO.

Invece il più efficace mezzo di comunicazione di massa resta il passa-parola, soprattutto oggi che i cittadini hanno perso ormai fiducia nei media tradizionali.

Inoltre, anche LA MAGISTRATURA TIENE IN GRAN CONTO L’OPINIONE PUBBLICA, quindi occorre crearne una nuova ed indipendente, basata su una rete fiduciaria fra cittadini comuni.
Non solo occorre utilizzare tutti gli strumenti e le tecniche di comunicazione di massa che usa il sistema (il web ad esempio, o tecniche per attirare l’attenzione), però verso obiettivi positivi, ma ritornare indietro nel tempo ed utilizzare al massimo strumenti antichi, come il passaparola, appunto, e la comunicazione di persona.

I CITTADINI STESSI DEVONO TRASFORMARSI IN MEDIA, SONO LE PERSONE IL MEDIA PIÙ POTENTE, se agiscono non ognuno di testa sua, ma secondo una strategia unitaria, univoca e ben organizzata.

Se una denuncia così pericolosa e rivoluzionaria, come la denuncia Libra viene presentata da una sola persona in silenzio e solitudine, sarà gioco facile insabbiarla.
Ma se quella denuncia è sostenuta da un gruppo, anche piccolo, di cittadini con AZIONI UNIVOCHE DI VISIBILITA’ E COMUNICAZIONE DAL BASSO, neanche l’insabbiamento dei media può sabotarla.

ABBIAMO VISTO CON LA PRIMA DENUNCIA LIBRA QUANTO SIANO PERICOLOSE PER LORO LA COMUNICAZIONE E L’AZIONE DEI CITTADINI, in quanto:

  1. Nei colloqui avuti alla Procura di Roma, è stato fatto spesso riferimento ai tanti articoli on line che siamo riusciti a fare uscire;
  2. Le azioni di sabotaggio interno ed esterno si sono fortemente concentrate sul rapporto con i media ed i cittadini e si sono moltiplicate esponenzialmente in coincidenza con le 2 manifestazioni organizzate.

LA PROVA CHE BASTA LA COMUNICAZIONE DAL BASSO E’ CHE, NONOSTANTE QUESTI SABOTAGGI, 300 PERSONE DA TUTTA ITALIA SONO ACCORSE ALL’ASSEMBLEA DELL’11 OTTOBRE SCORSO AL PANTHEON.

E che la strategia Libra è talmente “pericolosa” che mi hanno messo sin dall’inizio e per 9 mesi alle costole infiltrati spesati, che si sono proposti proprio come collaboratori per i rapporti con media e cittadini (come si racconterà nelle prossime puntate) e che proseguono anche oggi la loro azioni di confusione e fango dall’esterno, addirittura creando una falsa pagina col nome Gruppo tecnico Libra, quando l’unico tecnico ero io e la mia rete di esperti.

IN CONCLUSIONE SE SI PRESENTA LA DENUNCIA E SI DA’ VISIBILITA’ DAL BASSO COSTANTEMENTE ED UNIVOCAMENTE, non solo i Magistrati si sentiranno sostenuti, ma non potranno agire in modo scorretto, perché saranno sotto i riflettori, non quelli manipolati dei media, ma quelli creati dal basso dai cittadini in buona fede.

L’elemento che fa la differenza è il POPOLO, come ovvio in VERA democrazia, legge e comunicazione sono meri strumenti, molto potenti, ma non sono loro a fare la differenza.
Basta che i cittadini agiscano in modo intelligente ed uniti.

Anche L’IDEA CHE LE ÉLITE POSSEGGANO “POTENTI MEZZI” è ciò che vogliono farci credere, in realtà hanno solo i soldi, pezzi di carta inventati e creati da loro stessi, ma LA RISORSA PIÙ IMPORTANTE RESTA QUELLA UMANA.

Da tecnica, che ha lavorato sempre a stretto contatto con Università ed istituzioni, posso affermare senza ombra di dubbio che LE ELITE NON DISPONGONO AFFATTO DI BUONI TECNICI

Si tratta molto spesso di ominicchi, cresciuti nella patologica idea che per stare bene occorra fare del male, ingannare, prevaricare, imbrogliare. Questo già fa capire quanto la loro intelligenza sia limitata, o del tutto assente: quando facciamo del male agli altri, lo facciamo in primo luogo a noi stessi, alla nostra coscienza e natura umana, alla nostra felicità.

ANCHE I FINTI ANTI-EURO che ci hanno inviato negli ultimi 3 anni, che si danno arie da grandi prof. e studiosi, sono in realtà moralmente abietti ed immensamente stupidi ed ignoranti, l’ho constatato personalmente mettendoli in grave difficoltà ai loro convegni o in dialoghi privati.

GENTE CHE HA FATTO CARRIERA GRAZIE A RACCOMANDAZIONI ED INCIUCI… come possiamo pensare che siano i migliori??
E’ chiaro invece l’esatto contrario: sono i peggiori!

LA STORIA INSEGNA CHE I MIGLIORI NON HANNO “SUCCESSO” E VISIBILITA’.

IN QUESTO SISTEMA MALATO SE HAI SUCCESSO SIGNIFICA SOLO E SEMPLICEMENTE CHE SEI COMPLICE.

 

Se vuoi leggere le precedenti puntate, digita sulla scritta “Nove mesi di Norimberga Italiana”, in alto nella pagina di fianco alla data di pubblicazione!

Nella prossima puntata: chi è Era Angal, referente tecnico Libra e come tutto è cominciato.

Era Angal – responsabile Legale del Gruppo Tecnico Popolare Libra
Avvocato pubblicista, lavora per le istituzioni nell’ambito dei diritti umani 
Ha scritto l’UNICA denuncia che ha aperto le indagini su TUTTI i politici degli ultimi 20 anni 

 

Leggi la versione integrale della DENUNCIA LIBRA anche per note e fonti

La denuncia che ha aperto per la prima volta in assoluto le indagini contro tutti i politici degli ultimi 20 anni per gravi reati contro lo Stato: Attentati ai diritti politici dei cittadini (art. 294 c.p.) – Usurpazione di potere politico (art. 287 c.p.) e più gravi reati contro lo Stato

Leggi l’atto di opposizione ATTO DI OPPOSIZIONE LIBRA

Contatta il gruppo LIBRA per informarti e contribuire

La strategia di LiberAzione Nazionale del Gruppo Tecnico-Popolare Libra fornisce alle lotte popolari gli strumenti tecnici, legali e comunicativi,  per la rivoluzione pacifica, intelligente ed innovativa del terzo millennio.

Pagina FB: NORIMBERGA ITALIANA La LiberAzione Nazionale TecnicoPopolare

Evento FB: Sabato 11 ottobre – Norimberga Italiana – Tutti a Roma per l’apertura delle storiche indagini

Google: denuncia politici Libra – Libra Norimberga italiana

Referente Tecnico (solo per contatti stampa e questioni tecnico-legali): gruppotecnicolibra@gmail.com

Referente attivisti e blog: Luca Rossi       329 89 73 193

 

 

L’AGO DELLA BILANCIA SEI TU !
Norimberga Italiana: la LiberAzione Nazionale TecnicoPopolare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...