Contro la dittatura dell’inganno la verità è l’unica arma

Perché politica e lotte di piazza da sole non garantiscono il cambiamento, ma occorrono anche Legge e comunicazione.

Nove mesi di Norimberga Italiana a puntate  #3.

Questa non è una lotta basata sui numeri o la forza fisica, tutto si gioca sul piano dell’intelligenza e della conoscenza.
E dell’unione popolare.

NORIMBERGA ITALIANA

La strategia di LiberAzione Nazionale del Gruppo Tecnico-Popolare Libra fornisce alle lotte popolari gli strumenti tecnici, legali e comunicativi, per la rivoluzione pacifica, intelligente ed innovativa del terzo millennio.


La strategia Norimberga italiana, avendo come obiettivo di ristabilire democrazia e Costituzione, si basa in primo luogo sull’EFFETTIVA E COSTANTE PARTECIPAZIONE POPOLARE, senza la quale ogni ambizione democratica diventa utopica.

I tempi e le modalità di questa nuova dittatura sono radicalmente cambiati e, pensare di risolvere con strumenti e modalità di lotta tradizionali è come arare un campo con i buoi, mentre il contadino vicino lo ara col trattore.

1. PERCHE’ PENSARE CHE IL VOTO RISOLVE E’ ILLUSORIO

Non so se è chiaro che sono 8 anni almeno che in pratica non votiamo. Non solo in Africa e Asia, ma anche in Europa e negli Stati Uniti ormai la manipolazione del risultato elettorale è all’ordine del giorno.

Finché il sistema elettorale non sarà costituzionale, ogni tipo di dibattito democratico parlamentare è annullato, perché LE OPPOSIZIONI, SE ANCHE SI UNISSERO TUTTE, NON POTREBBERO MAI SUPERARE IL 54% DEL PD.

Questo è il risultato della propaganda strumentale che demonizza il metodo proporzionale, quello più democratico, per farci accettare un maggioritario talmente “spinto” da non avere eguali nelle democrazie avanzate.

Per sorvolare sul fatto che PARLAMENTO ITALIANO ED EUROPEO NON HANNO ALCUN REALE POTERE, sono meri esecutori di decisioni e progetti di legge scritti altrove, Governo o Commissione.

Come pensiamo di cambiare questa situazione con il voto?
Davvero pensiamo che per uscire da questa situazione basti una croce con la matita e un po’ di campagna non-elettorale per mandare in parlamento gente a … parlare?

E’ PROPRIO PERCHÉ CI TROVIAMO IN DITTATURA, CHE IL VOTO SERVE A POCO, LO SI DICE NON A CASO.

Se si guardasse in modo oggettivo, senza retorica o manipolazioni, alle nostre malconce istituzioni, si capirebbe che dei TRE POTERI FONDAMENTALI DELLO STATO (Legislativo, Esecutivo e Giudiziario, che in democrazia sono indipendenti per legge, è Napolitano, che amplia i poteri del Capo dello Stato anche verso la magistratura, e Renzi, che per la prima volta nella storia nomina un membro del Governo al CSM), quello che mantiene una certa minima indipendenza ancora non è certo il Governo, preda totale dei poteri euro-atlantici, anzi sua diretta emanazione. Ancora meno indipendente è il Parlamento, ridotto a futile teatrino di marionette corrotte e grottesche senza alcun potere.

La Magistratura invece dà spesso prova di opposizione al sistema, pensiamo ad esempio, alle indagini su Draghi del Tribunale di Trani, come ce ne sono centinaia che, ripeto, di certo i media del sistema non hanno interesse a far conoscere.

E soprattutto LA MAGISTRATURA È DIRETTAMENTE ACCESSIBILE AL CITTADINO. Il giudice ha comunque il dovere di rispondere e motivare pubblicamente. Non come la politica, che ormai si sente in piena facoltà di non rispondere mai a media e cittadini.

Infine il Parlamento non può disporre direttamente delle FORZE DELL’ORDINE.

La magistratura, si.

Insomma non credete che, non solo i politici e le forze dell’ordine, ma anche i giudici debbano fare il proprio dovere?

Infine, come si può pensare di voltare pagina senza che sia fatta giustizia?

Queste persone, con diversi gradi di responsabilità, hanno determinato la morte di migliaia di cittadini in Italia e posto in stato di schiavitù reale il resto della popolazione. E proseguono ad usurpare il potere di cui si sono impossessati illegittimamente.

Fare giustizia significa anche mettere in chiaro cosa si può fare e cosa invece è stato fatto contro la legge democratica, tramite regolare processo pubblico.

2. PERCHE’ LA LOTTA DI PIAZZA DA SOLA NON BASTA

L’idea del Gruppo tecnico-popolare Libra di dotare la protesta popolare di strumenti legali, oltre che comunicativi, – in questo momento la denuncia penale della classe politica e dirigente, ma anche proposte di legge e referendum popolari, analisi delle riforme, etc. – è innanzitutto una questione di COERENZA, TRASPARENZA E NON VIOLENZA.

Se il solito vicino entra nel vostro campo e lo distrugge, non credo che andiate direttamente nel suo campo ad incendiarlo, ma che, per prima cosa, andrete a sporgere denuncia alla polizia.

Rifarsi alla Costituzione ed alle leggi democratiche con essa coerenti, fornisce UNA CORNICE DI LEGALITÀ E DEMOCRAZIA IN CUI MUOVERSI IN SICUREZZA.

Molte buone leggi esistono già, il problema è che vengono piegate ad interessi dominanti o non rispettate.

E’ QUESTO CHE LA PIAZZA DOVREBBE CHIEDERE PER ESSERE PIÙ FORTE DAVVERO: IL RISPETTO DELLA LEGGE.

Inoltre rinunciare a millenni di progresso filosofico-giuridico democratico, perché qualcuno lo sta usando male, è un errore grossolano, che davvero può portare a derive di tipo populista e nazi-fascista, magari dettate dal semplice fatto di non conoscere.

Ma soprattutto: LA PROTESTA DI PIAZZA VIENE AMPIAMENTE STRUMENTALIZZATA, e, se non ci riescono, comunque vergognosamente manipolata dai media di regime. Per questo occorre un’attenta gestione della comunicazione, del cui uso pratico, assieme al diritto, parleremo nella prossima puntata.

LA DENUNCIA PENALE, IL RICHIAMO ALLA COSTITUZIONE ed alle leggi della Repubblica, COSTITUISCONO UNA FORZA DIFFICILMENTE MANIPOLABILE, che, in un percorso ordinato, pubblico e non violento, o ingiusto, può portare all’imprescindibile punizione dei colpevoli ed alla ripresa del corretto funzionamento delle istituzioni democratiche.

Abbiamo visto con la prima denuncia, che pochi cittadini uniti, con questo strumento legale, risultano molto più pericolosi di una grande manifestazione dai contenuti, spesso intenzionalmente, parziali o troppo generalisti.

Se hanno potuto chiudere le indagini dopo 9 mesi e un’udienza, è solo perché l’insabbiamento dei media, della politica e del finto antagonismo ha vinto questo primo round, per i tempi rapidi che la giustizia, stavolta si, ha concesso.

Questo primo round, però, è servito di esplorazione – non era mai capitato che fosse aperto un procedimento penale così grave contro la dittatura europeista – e sappiamo benissimo che:

IN BATTAGLIA NON VINCE CHI SFERRA PIÙ COLPI, MA CHI PIÙ RESISTE

Il secondo round è previsto per la primavera, chiunque voglia esserci e prepararlo può contattare Luca Rossi: 329 89 73 193

NELLA PROSSIMA PUNTAT@4:
LA PROPOSTA OPERATIVA LIBRA. Come usare legge e comunicazione per dare forza e coerenza ai movimenti di piazza popolari.
E dalla puntat@5 il racconto del primo round di Norimberga italiana.

Era Angal – responsabile Legale del Gruppo Tecnico Popolare Libra
Avvocato pubblicista, lavora per le istituzioni nell’ambito dei diritti umani 
Ha scritto l’UNICA denuncia che ha aperto le indagini su TUTTI i politici degli ultimi 20 anni 

 

Leggi la versione integrale della DENUNCIA LIBRA anche per note e fonti

La denuncia che ha aperto per la prima volta in assoluto le indagini contro tutti i politici degli ultimi 20 anni per gravi reati contro lo Stato: Attentati ai diritti politici dei cittadini (art. 294 c.p.) – Usurpazione di potere politico (art. 287 c.p.) e più gravi reati contro lo Stato

Leggi l’atto di opposizione ATTO DI OPPOSIZIONE LIBRA

Contatta il gruppo LIBRA per informarti e contribuire

Pagina FB: NORIMBERGA ITALIANA La LiberAzione Nazionale TecnicoPopolare

Evento FB: Sabato 11 ottobre – Norimberga Italiana – Tutti a Roma per l’apertura delle storiche indagini

Google: denuncia politici Libra – Libra Norimberga italiana

Referente Tecnico (solo per contatti stampa e questioni tecnico-legali): gruppotecnicolibra@gmail.com

Referente attivisti e blog: Luca Rossi       329 89 73 193

 

 

L’AGO DELLA BILANCIA SEI TU !
Norimberga Italiana: la LiberAzione Nazionale TecnicoPopolare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...